19-12 De Laurentiis: chiarezza per evitare truffe - confcommercioinforma.it

vai ai sito ufficiale Confcommercio Napoli
Vai ai contenuti

Menu principale:

NEWS > dicembre 2016
De Laurentiis (Federpreziosi Campania): fare chiarezza sul mercato per evitare truffe
Al via anche a Napoli la campagna "Diamanti: se vuoi saperne di più"
Napoli, 19 dicembre 2016

"Il nostro obiettivo è fare assoluta chiarezza e trasparenza sul mercato del diamante, dando ai consumatori tutte le informazioni più importanti che è necessario conoscere per un acquisto consapevole di un diamante, in primis sulle certificazioni, sulle quotazioni, sulle modalità di vendita e di riacquisto". Lo ha detto Roberto de Laurentiis, presidente della Federazione Orafi Campani di Confcommercio annunciando la campagna di sensibilizzazione "Diamanti: Se vuoi saperne di più", promossa da Federpreziosi-Confcommercio allo scopo di tutelare i consumatori rispetto al dilagante fenomeno della vendita al dettaglio di diamanti "da investimento" da parte di banche ed intermediari finanziari.
I diamanti infatti vengono spesso venduti a prezzi altissimi e con promesse di rivalutazione irrealistiche, come documentato anche dalla trasmissione Report con l'ausilio di Federpreziosi.
"Purtroppo - prosegue De Laurentiis - molte di queste attività di vendita di diamanti da parte di soggetti del mondo finanziario sono state condotte in modo da generare grandissima confusione tra i consumatori e rischiano di danneggiare la credibilità dell'intero settore. Basti pensare all'esistenza di inserzioni pubblicitarie sui grandi quotidiani che indicano i prezzi come "quotazioni", che in realtà spesso sono pari al doppio o al triplo del listino Rapaport, il più autorevole indice internazionale delle quotazioni del diamante".
"Si tratta di un fenomeno preoccupante perché il mercato dei cosiddetti diamanti "da investimento" è in crescita esponenziale: in Italia siamo passati dai 128 milioni nel 2013 a 190 nel 2014 fino ai 230 nel 2015. Sono sempre di più i consumatori che rischiano di andare incontro a cocenti delusioni".

Torna ai contenuti | Torna al menu